CANTIERI “BLINDATI” NELLA FASE 2

2

Il decalogo toscano anti-contagio entra in vigore anche nei cantieri temporanei o mobili, pubblici e privati con l’ultima ordinanza firmata dal governatore Enrico Rossi. Sarà obbligatorio indossare la mascherina: sempre negli spazi chiusi in presenza di più persone, ma anche all’aperto se non è certo il mantenimento delle distanza di un metro e ottanta. Il datore di lavoro dovrà garantire a dipendenti e collaboratori anche spazi e informazioni per chi intenda sottoporsi volontariamente ai test sierologici gratuiti di screening, utili a ricercare gli anticorpi al virus nel sangue e dunque a scoprire chi è stato contagiato.
Le misure riguardano i cantieri di movimento terra, quelli stradali ma anche edili, di opere di bonifica o smontaggio e montaggio di prefabbricati, quelli per interventi di manutenzione e per la realizzazione di nuove infrastrutture.
Le squadre dovranno essere organizzate in modo che durante il turno le attrezzature vengano utilizzate dalle stesse persone. Baracche e spogliatoi dovranno essere puliti con candeggina una volta al giorno, così come attrezzature e postazioni di lavoro. Anche durante la pausa pranzo dovrà essere mantenuta la distanza di un metro e ottanta centimetri. Operatori degli uffici di igiene e sicurezza delle Asl verificheranno l’applicazione, assieme agli altri organi preposti.