IL CALENDARIO DELLE RIAPERTURE

2

Nel fine settimana il premier conte tornerà a parlare per fornire dettagli più precisi sulla ripartenza. intanto però un calendario che riguarda molti aspetti della quotidianità perduta con il lockdown è già pronto. Ad esempio i negozi come quelli di vestiti dovrebbero riaprire o il 4 o l’11 maggio con queste regole: ingressi contingentati, percorsi diversi di entrata/uscita, disinfettanti e mascherine, locali sanificati. Restrizioni che saranno ancora più stringenti per parrucchiere ed estetiste. Bar e ristoranti saranno tra gli ultimi ad avere l’ok, il 18 maggio. All’ingresso termoscanner e tavoli più che dimezzati per garantire la distanza e evitare assembramenti. Secondo il piano del governo per la Fase 2, già dal 4 maggio saranno possibili le visite e le cene dai parenti. Ma vanno evitate tavolate numerose e, comunque, andrà indossata la mascherina anche in casa. Dal 4 maggio ci sarà più libertà, ma resta valida l’autocertificazione. Ci si potrà muovere entro la regione di residenza. Per andare oltre servono motivi d’urgenza. Dal 4 maggio i bambini potranno uscire all’aria aperta. Si pensa a aree gioco individuali nei parchi, all’uso di mascherine e guanti. Gli sport individuali, come atletica e ciclismo, possono riprendere il 4 maggio. Vietati gli sport di squadra. La ripresa del campionato di calcio è ipotizzata per il 6 giugno. I ragazzi torneranno a scuola a settembre. Il Comitato tecnico-scientifico è contrario alla riapertura prima dell’estate. Sul fronte dell’esame di maturità, si lavora per permettere di fare l’orale in classe. Riprendono invece i giochi, grande fonte di guadagno per le casse pubblice. Il 4 maggio via a Lotto e Superenalotto, il 27 aprile 10&Lotto, Millionday, Winforlife e Winforlife Vincicasa. Un rebus le spiagge, di cui molte regioni chiedono la riapertura estiva. Prescrizioni: accessi limitati, ombrelloni distanziati, e ’piazzole’ delimitate. Regolate anche le spiagge libere. Off limits le piscine, anche se all’aperto