“I PARROCI SIANO PRUDENTI”

10

“E’ una grande gioia, per le nostre Chiese, poter tornare a vivere con il popolo le celebrazioni liturgiche, poter riprendere la condivisione, in forma comunitaria, della Mensa Eucaristica”. Lo scrivono i vescovi della Toscana in una lettera alle comunità, che viene inviata in occasione della ripresa delle celebrazioni con il popolo. Un segno di questa gioia, annunciano, sarà la celebrazione della Messa Crismale per la benedizione degli Oli (che avrebbe dovuto svolgersi il Giovedì Santo) che in tutte le diocesi toscane sarà il 30 maggio, vigilia della Pentecoste. La lettera invita “le nostre comunità e ciascuno ad agire con responsabilità, adottando tutti gli accorgimenti necessari per mettere in atto, nelle diverse situazioni concrete, le misure indicate nel Protocollo” e si sofferma quindi su “l’orizzonte pastorale entro cui si colloca questa nuova fase”.Tra i temi affrontati, anche l’auspicio di poter “individuare, in un proficuo dialogo con le autorità civili, le forme più idonee in cui poter riprendere anche tutte quelle attività educative e formative, rivolte in modo particolare a bambini, ragazzi e giovani, che costituiscono un prezioso servizio per tutta la società”.