AGRICOLTURA SENZA OPERAI

5

In Toscana mancano almeno 22mila operai agricoli per la raccolta di ortaggi e frutta in questa primavera e in estate a causa delle restrizioni legate al Coronavirus. E’ l’allarme che ormai da tempo hanno lanciato le organizzazioni agricole Confagricoltura e Cia della Toscana che chiedono, di nuovo, con forza di poter disporre della consueta manodopera per poter garantire la produzione agricola. “La mancanza di manodopera è la principale emergenza del settore – fanno sapere da Cia Toscana -. Ogni anno in queste settimane arrivano circa 20mila persone come manodopera agricola, il 65% di queste è extracomunitaria. Le province con la maggiore richiesta sono quelle di Grosseto, Siena e Firenze”. L’Assessore all’Agricoltura Marco Remaschi ha fatto appello al Governo chiedendo chiarezza per gli imprenditori agricoli che hanno bisogno di sapere come si devono muovere. Remaschi, insieme all’assessore al lavoro Grieco, ha attivato 54 centri per l’impiego in modo da verificare se dall’incrocio dei dati tra domanda e offerta si possono trovare alcune migliaia di lavoratori da impiegare nei campi. Bisogna trovare – ha aggiunto Remaschi – forme di flessibilità che permettano di reperire lavoratori da impiegare nei campi”