UCCIDE IL FRATELLO, OMICIDA AVEVA PRECEDENTI

6

Un’accusa per tentato omicidio, fatto che risale al 1987, e il lancio di una molotov sull’autostrada A11 Firenze- Mare nel 1994, sono i due precedenti emersi dagli archivi di polizia giudiziaria a carico di Narciso Zari, 68 anni, l’uomo che domenica sera a Chiesina Uzzanese (Pistoia) ha ucciso a coltellate il fratello, Giuliano Zari, 56 anni, al culmine di una lite davanti all’anziana madre. Il 68enne fu arrestato per il lancio della molotov. Queste vicende del passato sono state rintracciate dai carabinieri intervenuti nella proprietà e che hanno poi rintracciato e arrestato Narciso Zari nella sua abitazione, che si trova a breve distanza dalla casa dove viveva la madre con il fratello più giovane.
Potrebbe essere stata proprio l’anziana madre (90 anni) la causa scatenante della furiosa lite tra fratelli. E’ l’ipotesi al vaglio degli inquirenti: il maggiore dei due avrebbe accusato il fratello di maltrattare la mamma e per questo lo avrebbe accoltellato.
Questo martedì mattina è in programma l’interrogatorio di garanzia in videocollegamento davanti al giudice per le indagini preliminari di Pistoia che dovrà decidere sulla convalida dell’arresto del 68enne con l’accusa di omicidio volontario.