COVID-19, LE CARATTERISTICHE DEI DECESSI

16

Malattie cardiovascolari, affezioni respiratorie o renali, diabete e tumori sono le patologie croniche più diffuse che, in presenza di infezione da Coronavirus, aumentano molto la probabilità di decesso, insieme all’età e al sesso. Lo afferma un nuovo studio dell’Agenzia Regionale di Sanità sulla diffusione della pandemia in Toscana, confermando che la popolazione da proteggere prioritariamente sono gli anziani e i malati cronici, più soggetti non solo al contagio ma anche al rischio di decesso.
In Toscana, mediamente il tempo trascorso tra l’emersione della malattia con la positività al tampone e la morte del paziente è di 11,3 giorni. L’età media dei deceduti è 82,2 anni e gli uomini rappresentano il 59% del totale. Tra i morti sono del tutto assenti i positivi al Covid sotto ai vent’anni di età e sono molto rari anche i casi fra i 20 e 50 anni. I decessi sono molto più frequenti fra gli ultrasettantenni. Quasi 1 deceduto su 2 si trovava già in condizioni cliniche severe al momento della positività al tampone e circa il 73% dei deceduti aveva almeno un patologia pregressa.

La ricerca dell’Agenzia Regionale di Sanità conferma inoltre che un uomo infettato dal Covid, a parità di età e patologie croniche, ha oltre due volte il rischio di morire rispetto a una donna. 
Anche l’effetto dell’età è molto rilevante: più si è avanti con gli anni più c’è il rischio di non sopravvivere all’infezione. “Già a partire dai 65 anni, rispetto alla classe d’età 60-64 anni, il rischio aumenta di almeno due volte e di fatto raddoppia al passaggio da una classe d’età all’altra.
A parità di età e genere, la probabilità di morire per un malato CoViD-19 con pregresse patologie croniche è circa 3 volte quella di un malato senza alcuna patologia pregressa.

11,3 GIORNI
Tempo medio tra emersione della malattia e decesso

82,2 ANNI
Età media dei deceduti

59%
Uomini sul totale dei deceduti