SINDACO ED EX SINDACO INDAGATI

14

Avrebbero ingigantito alcuni danni prodotti dal maltempo sulle strade per giustificare l’affidamento urgente a ditte compiacenti, evitando le gare d’appalto.
E’ una tra le ipotesi dei pubblici ministeri alla base di un’inchiesta su presunta corruzione che interessa la province di Massa Carrara e Reggio Emilia.
Tra gli indagati, in tutto una trentina di persone, risultano anche l’attuale sindaco di Vagli di Sotto Giovanni Lodovici e il vicesindaco Mario Puglia, ex primo cittadino della cittadina lucchese.
Una trentina anche le perquisizioni in abitazioni, uffici pubblici e privati richieste dalla procura di Lucca. Tra le ipotesi di accusa ci sono a vario titolo l’associazione a delinquere finalizzata alle truffe, il falso ideologico, l’abuso di ufficio, la corruzione, la turbativa d’asta e il riciclaggio.
L’operazione è stata coordinata dalla procura di Lucca e condotta in sinergia dai Carabinieri Forestali di Camporgiano, dalla Guardia di Finanza di Lucca, dalla Squadra Mobile della Questura di Lucca e dai Carabinieri di Castelnuovo Garfagnana.