PARAMETRI IN REGOLA PER LA RIAPERTURA DEI CONFINI

7

A poche ore dal verdetto del Governo sulla riapertura dei confini tra regioni a partire dal 3 Giugno, la Toscana è pronta per la libera circolazione, mentre altre ancora non sarebbero in grado di garantire il via libera. In attesa delle valutazioni del Comitato tecnico scientifico sui dati relativi all’andamento dell’epidemia dal 4 Maggio ad oggi, la Fondazione Gimbe, un’organizzazione indipendente che monitora la diffusione del contagio dall’inizio dell’emergenza, anticipa che i numeri raccolti finora dimostrerebbero che Lombardia, Piemonte e Liguria non sarebbero ancora pronte per la riapertura dei confini. In particolare la fondazione ha analizzato tre elementi: la percentuale di tamponi diagnostici con esito positivo, i tamponi effettuati ogni centomila abitanti, l’incidenza di nuovi casi ogni centomila abitanti. A più di tre settimane dall’allentamento del lockdown, quindi, “la curva del contagio non è ancora adeguatamente sotto controllo in Lombardia, Liguria e Piemonte che hanno un’alta percentuale di tamponi diagnostici positivi e il maggior incremento di nuovi casi a fronte di una limitata attitudine all’esecuzione dei tamponi. La Toscana, invece, risulta in linea con tutti i parametri richiesti e si prepara a riaprire i propri confini a tutti dal prossimo 3 giugno.