COVID, ANCORA ATTIVI 23 FOCOLAI

8

23 focolai attivi in Toscana, di cui 2 nuovi individuati nella settimana dal 25 al 31 maggio. E’ questo uno dei dati inviati dalla Regione alla cabina di regia del Ministero della Salute che sta continuando il suo monitoraggio sull’andamento del Coronavirus. Uno degli indicatori presi in considerazione è la diffusione del virus, quindi si analizzano anche i nuovi focolai. Anche se il termine può far pensare a grandi catene di contagio in realtà il focolaio di crea anche con 2 casi, basta che tra loro ci sia una connessione. Così marito e moglie che si sono attaccati l’infezione possono essere già considerati un focolaio. I nuovi focolai, quelli rilevati nell’ultima settimana di maggio, sono stati molto contenuti. Segno evidente che in Toscana si riesce ad interrompere molto presto la catena di contagio. L’indice R0, cioè il rapporto tra vecchi è nuovi casi, nella nostra Regione resta ben al di sotto della soglia dell’1% fermandosi allo 0,72%. Nessun allarme anche sull’ascesa dei nuovi casi, appena 5 nell’ultimo bollettino. Le persone ricoverate nei reparti Covid sono 71 ma resta alto in percentuale tra loro quelle che si trovano in terapia intensiva.