POST COVID, RENZI “BACCHETTA” NARDELLA

3

“La mossa del cavallo, come ricominciare insieme”. Il post Covid di Renzi parte con il suo ultimo libro, presentato dall’ex Premier a Palazzo Strozzi nella sua Firenze. Di fronte a lui i fedelissimi di Italia, neanche un esponente PD, neanche Eugenio Giani, candidato del centrosinistra alle prossime regionali: “In Toscana faremo noi la differenza – dice Renzi -, non guardo ai sondaggi porteremo noi Giani alla vittoria”. Le parole del senatore si fanno più pungenti quando l’argomento scivola sull’emergenza Coronavirus e sul piano “Rinasce Firenze” di Dario Nardella. Nel linguaggio degli scacchi la mossa del cavallo è un’iniziativa abile, inattesa. Quella che serve per bloccare la vicenda stadio. Le infrastrutture sono, ancora, al centro del programma di Italia Viva. Presto inizierà la campagna elettorale in vista della prossime regionali. L’obiettivo – ha concluso Renzi – è quella di stare avanti al Movimento 5 Stelle e vedremo quale sarà la prossima mossa del cavallo.