STRAGE SULL’A1, ARRESTATO IL CONDUCENTE

5

E’ stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale plurimo l’uomo alla guida della monovolume che, nel pomeriggio di venerdì lungo il tratto dell’A1 tra Arezzo e Monte San Savino, si è schiantata contro un autoarticolato. Un impatto terribile, costato la vita ad una bimba di soli otto mesi, al fratello di 10 anni e ai nonni cinquantenni. L’uomo, 30enne romeno padre dei bambini morti e figlio della coppia deceduta, si trova in carcere ad Arezzo, in attesa dell’interrogatorio previsto nella giornata di lunedì. Nelle immagini delle telecamere della rete autostradale si vede chiaramente la traiettoria fatale dell’auto, probabilmente causata da un colpo di sonno o da una distrazione. La sequenza mostra la vettura che dopo una curva, nel rettilineo successivo, esce dalla corsia di marcia e si schianta sul mezzo pesante in sosta.
Feriti nel tragico impatto anche il figlio 13enne della coppia deceduta, la gemellina della piccola morta e la moglie del conducente. I test hanno appurato che l’uomo al volante aveva tasso alcolemico zero. Non aveva bevuto né assunto sostanze. Era entrato in Italia alle 8 del mattino dalla Slovenia e viaggiava in direzione Napoli per far visita ad alcuni parenti, ma il tragitto si è drammaticamente stroncato all’altezza di Badia al Pino.