CASO VENTILATORI, SACCARDI: “INDAGINE LEGITTIMA”

3

“Per quel che mi riguarda così come è legittimo che la magistratura indaghi, è altrettanto vero che in questo Paese vige la presunzione di innocenza soprattutto quando i fatti si svolgono in emergenza assoluta. Noi aspettiamo con tranquillità l’esito dell’inchiesta” e poi
“la Regione adotterà tutti i provvedimenti conseguenti e necessari”. Lo ha detto l’assessore toscano al diritto alla salute Stefania Saccardi intervenendo in Consiglio regionale alla vicenda dell’acquisto, da parte di Estar, centrale per gli acquisti in sanità, di 200 ventilatori per 7 milioni di euro tramite procedura d’urgenza. Sul caso sta indagando la procura di Firenze. Durante la seduta del Consiglio, Saccardi ha ricostruito “il clima drammatico nel quale la vicenda si è svolta” e i passaggi che hanno portato all’acquisto dei ventilatori da parte di Estar. Riguardo all’ipotesi per la Regione Toscana di costituirsi parte civile l’assessore ha detto “che in questa fase processuale non sarebbe nemmeno ipotizzabile perché faccio presente che siamo in una fase in cui c’è solo un avviso di garanzia al direttore generale Estar per falso ideologico in relazione ai tempi di adozione della delibera rispetto all’ordine, questo è il reato contestato”.