NEL BAR LA CENTRALE DELLO SPACCIO

13

“l’esercizio commerciale era un abituale luogo di spaccio e incontri, frequentato anche da minori”. questo quanto spiegato dalla guardia di finanza di Grosseto che ha chiuso e messo sotto sequestro un bar-rosticceria, in via Trieste.
le fiamme gialle hanno eseguito anche 11 misure cautelari richieste dalla procura per i soggetti di rilievo dediti allo spaccio all’interno del locale. Le indagini hanno consentito di individuare nel bar la base logistica di spaccio e di incontro, gestita da due coniugi bengalesi, anch’essi indagati. Il frenetico entra-esci dal locale da parte di spacciatori e assuntori è stato monitorato dai militari che hanno ricostruito centinaia di operazioni di cessione-acquisto di stupefacenti. durante l’indagine è emersa chiaramente la spartizione della clientela da parte degli spacciatori, per etnia e tipo di droga. accertato lo spaccio di oltre 1,5 kg di sostanze tra cocaina, eroina, hashish e marijuana, per un volume di affari complessivo stimato in 50.000 euro. Sono state denunciate all’autorità giudiziaria complessivamente 26 persone, che facevano parte a vario titolo del gruppo criminale, tra cui anche tre minori. Circa 50, invece, gli assuntori segnalati alla prefettura