PILLOLA ABORTIVA IN 10 AMBULATORI

6

Sono 10 gli ambulatori in cui sarà distribuita gratuitamente la pillola abortiva Ru486 per tutte le donne toscane che abbiano una gravidanza indesiderata a patto che l’interruzione avvenga entro le prime sette settimane dal concepimento. Lunedì, in giunta, è attesa l’approvazione della delibera che darà la possibilità di interrompere la gestazione anche al di fuori delle strutture ospedaliere. Nell’azienda Asl Toscana Nord-Ovest, che comprende le province di Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara, si ipotizzano 5 ambulatori coinvolti. Nella Sud Est ce ne dovrebbero essere 3, uno per provincia ad Arezzo, Siena e Grosseto. Infine due nell’area centro, la più popolosa ma anche quella geograficamente meno estesa. Un ambulatorio potrebbe essere a Firenze all’Iot e l’altro in Valdinievole. Il percorso prevede che possano interrompere la gravidanza tutte le donne maggiorenni che rispondano al alcuni requisiti. La gestante potrà recarsi in un ambulatorio in totale privacy con un documento o una richiesta firmata come prevista dalla 194 (la legge sull’aborto). Dovrà firmare un consenso e avrà diritto a una visita di controllo dopo 14 giorni. L’attuale protocollo prevede che possa accedervi anche una minorenne ma solo con il consenso di entrambi i genitori o del giudice.