TRAGEDIA FAMILIARE, SPARA ALLA MOGLIE E SI UCCIDE

7

Si è tolto la vita dopo aver sparato alla moglie, rimasta gravemente ferita e trasportata d’urgenza al Policlinico Le Scotte di Siena in quello che secondo gli investigatori è a tutti gli effetti un tentativo di omicidio-suicidio.
La tragedia familiare si è consumata all’interno di una villetta alla periferia nord di Grosseto dove Loris Grazioli, 64 anni, ex appartenente al corpo della polizia municipale, in pensione da pochi mesi, ha fatto fuoco sulla coniuge 60enne, Carla Guidarelli, e poi ha rivolto la stessa arma contro di sè premendo il grilletto.
Sul luogo del delitto sono intervenuti i carabinieri con la squadra scientifica, insieme al sostituto procuratore, che hanno raccolto anche le testimonianze dei vicini, i quali, però, non avrebbero sentito alcun rumore intorno alle una della notte tra domenica e lunedì.
In casa, al momento della tragedia, i coniugi erano soli. I due figli erano assenti. Probabilmente, a dare l’allarme al 118 che è intervenuto per soccorrere la donna, è stato lo stesso uomo prima di rivolgere contro di sé la pistola con la quale aveva sparato alla moglie.