ALLARME ALCOL TRA GIOVANI SULLA COSTA

17

si è piazzato fuori dal locale e ha costretto tutti coloro che si presentavano con delle bottiglie di alcolici a svuotarne a terra il contenuto, mentre quelli già visibilmente ubriachi sono stati mandati via. Antonio Degortes, figlio del fantino Aceto e proprietario della Capannina, nota discoteca di castiglione della pescaia, ha scelto la linea dura per contrastare il dilagante consumo di alcol tra giovani e giovanissimi, filmando tutto. il video è stato rilanciato da la gazzettadisiena. «Sono stanco di sentir dire che i ragazzi si ubriacano in discoteca – dice degortes al tirreno – spesso in realtà nei locali ci arrivano già pieni di alcol» magari acquistato grazie all’aiuto di un amico maggiorenne.

ma l’allarme per le ubriacature tra ragazzini risuona in tutta la costa toscana. come se nell’estate post-lockdown fosse accresciuta la voglia dell’eccesso e del divertimento distorto. In Maremma nelle ultime due settimane è stata un’escalation, tra risse, ricoveri e interventi delle forze dell’ordine. lo stesso tra Lucca, la Versilia e la costa livornese. E, oltretutto, l’abuso di alcol tra minorenni e giovanissimi pare non essere più un fenomeno esclusivamwnte notturno.