REGIONALI, SCATTA LA GUERRA DEI SONDAGGI

1

47 giorni all’apertura delle urne e la tempertura nella politica toscana comincia ad alzarsi soprattutto alla luce dei sondaggi commissionati dalle varie forze politiche in campo che disegnano scenari molto diversi tra loro.
da quello voluto da italia viva emerge come il partito di matteo renzi sia fondamentale per la vittoria di giani, il presidente del consiglio regionale è al 46,5% contro il 40,5% di susanna ceccardi, un margine rassicurante, anche se a turbare i sonni del centrosinistra c’è un’altra rilevazione, commissionata dal Pd nazionale, che vedrebbe una sostanziale parità tra Giani e Ceccardi con il primo avanti di appena due punti e la sommatoria dei voti della coalizione che darebbe invece il centrodestra in vantaggio di qualche decimale.
Numeri che fanno esultare l’ex sindaco di cascina, “Siamo avanti noi”, mentre nel prossimo week end matteo salvini tormnerà in toscana molto probabilmente per presentare le liste della lega e la civica a sostegno della ceccardi che però non porterà il suo nome.
Liste che nel pd hanno creato più di una frizioni tra le varie correnti ma che adesso sembrano blindate salvo i maldipancia di demos formazione centrista strappata a Giani ma insoddisfatta per i suoi candidati messi nelle liste dal Pd, troppo pochi, e ora sul punto di strappare ritirandoli.