MORTI IN MOTO, SETTIMANA NERA

3

Ancora sangue sulle strade toscane e ancora una vittima che viaggiava in sella a una moto. L’ennesimo di una lunga serie di schianti mortali si è verificato sulla vecchia strada comunale di Rapolano, al Sentino, fra la provincia di Siena e quella di Arezzo. Qui un’auto e una moto si sono scontrate e per il motociclista, Stefano Magi, 51 anni, di Monte San Savino non c’è stato niente da fare.  Con lui in sella viaggiava anche il figlio 21enne. E’ in ospedale, in condizioni gravi ma se la caverà. Venerdì mattina un altro morto con la moto sulla A12 nei pressi dello svincolo di Carrara. Andrea Marzoppi, 64 anni, ex ferroviere in pensione è finito sotto al camion che non ha visto frenare in prossimità di un cantiere stradale. è stata disposta l’autopsia invece per chiarire le cause della morte di Sauro Mini, pernsionato 71enne trovato venerdì sera in autostrada, a circa 200 metri dal casello di Viareggio sempre sull’A12. La moto-scooter su cui viaggiava è finita in una scarpata. Il giorno precedente c’erano stati altri due incidenti mortali nel giro di poche ore. Sulla Fi-Pi-Li all’altezza di Collesalvetti ha perso la vita Simone Petri, livornese di 22 anni, atleta di arti marziali. Nello schianto la moto si è incendiata. Un morto e tre feriti invece è il bilancio di in un incidente avvenuto lungo l’Aurelia nel pisano tra una moto e uno scooter. Nello scontro è deceduto il conducente della moto, Luis Roberto Turelli, 32enne residente a Livorno. Un’altra stradale sull’A1 aveva aperto lunedì mattina questa settimana nera. Nel tratto fiorentino tra Calenzano e Barberino per uno schianto tra una moto e un mezzo pesante ha perso la vita Martina Di Domenico, 28 anni originaria di Lucca, ma residente da tempo nel pisano. La giovane donna viaggiava in sella con il fidanzato, rimasto ferito in modo non grave. E 3 erano state le vittime di incidenti con la moto già nello scorso fine settimana