RECUPERATE LE PRIME ECOBALLE

1

Borrelli

E’ iniziata col recupero di due balle, e l’identificazione della posizione di una terza, l’operazione di recupero delle 40 ecoballe disperse nel tratto di mare fra Follonica, Piombino e l’Elba. Lo stato di emergenza e il lavoro della Protezione Civile per il recupero degli ammassi di rifiuti di plastica, parte di un carico di 56 balle gettato in mare dalla motonave Ivy nel 2015, durerà 6 mesi, ma la speranza è che le operazioni si concludano prima

Rossi

La Marina Militare ha dislocato in zona per l’operazione oltre cento persone e tre unità navali. Il cacciamine Rimini ha la capacità di ricerca e di individuazione delle ecoballe: una volta individuate, entra in azione l’unità di supporto con 19 subacquei e palombari che effettuano l’imbracatura della balla, poi caricata sulla nave Caprera e riportata in porto.
Una volta recuperate tutte le 40 ecoballe si passerà allo smaltimento, per il quale si sta già muovendo la Regione