”CASE AD UN EURO”, BOOM DI CANTIERI NEL BORGO

1

Sta funzionando il progetto ‘Case a un euro’ contro lo spopolamento di un comune della montagna in Toscana, Fabbriche di Vergemoli, in Garfagnana. Fabbriche di Vallico e Vergemoli – i due principali borghi del comune, terra di antichi fabbri e maniscalchi, dove ora abitano 800 persone in continuo calo demografico – nel 2021 vedranno l’apertura di una quarantina di cantieri edili per la ristrutturazione di case abbandonate. Un fermento che porterà alcuni milioni di euro di investimenti laddove non c’era speranza di farli arrivare in altre forme. Il merito sembra riferito proprio all’offerta di abitazioni in vendita a prezzo simbolico, iniziativa lanciata nel 2016 e che ogni anno raccoglie migliaia di manifestazioni di interesse da tutto il mondo, anche da Cina, Russia e Stati Uniti. E il progetto ora è stato sospeso per esaurimento degli immobili disponibili. “Per noi ‘Case ad 1 euro’ significa tantissimo lavoro – spiega il sindaco Michele Giannini Con gli acquirenti arrivano anche gli investimenti. “Significa anche aver portato tantissime risorse sul territorio – aggiunge il sindaco -. Dagli anni ’50 del secolo scorso, molti territori montani come Fabbriche di Vergemoli hanno sperimentato un processo di diminuzione della popolazione per il saldo negativo tra nascite e morti a cui si è affiancato il fenomeno migratorio degli abitanti. Il tutto ha anche innescato un processo di abbandono degli immobili fino alla trasformazione del borgo in ‘paese fantasma’ composto da strutture ormai fatiscenti e pericolose.