RAFFICA DI MULTE DOPO L’AGGRESSIONE AGLI AGENTI

7

“nove agenti costretti a ricorrere alle cure ospedaliere per le lesioni riportate, più i danni materiali provocati alle auto di servizio”. è il bilancio dell’aggressione alle forze dell’ordine che sabato sera erano impegnate a sedare una rissa a marina di carrara. gli agenti improvvisamente si sono trovati circondati dai giovani che – accusa il segretario provinciale del Sindacato autonomo di Polizia sap alessandro baialardo – “hanno addirittura provato a sottrarre ai poliziotti le pistole, il che poteva avere conseguenze molto gravi”.
“Pericolo per la salute pubblica, denunce penali e multe salate. Comportamenti non più tollerabili”dice il sindaco di Carrara, Francesco De Pasquale, choccato dalle immagini dell’accaduto riprese con dei telefonini. “Voglio essere chiaro – afferma – Non solo quei comportamenti sono pericolosi per la salute e l’incolumità, ma le vicende di sabato hanno fatto scattare numerose denunce penali che rischiano di mettere una seria ipoteca sul futuro di quei giovani. Senza trascurare che, avendo violato le norme Covid, questi giovani o le loro famiglie saranno chiamati a pagare sanzioni salate”. Il primo cittadino, in contatto costante con le altre istituzioni per valutare le misure del caso, conferma tuttavia la decisione dell’amministrazione di non ricorrere alla chiusura anticipata dei locali. “Una soluzione che rischia di penalizzare soltanto le attività senza risolvere davvero il problema – sostiene – Chiedo con forza a questi giovani di rivedere radicalmente i propri comportamenti per rispetto di sé stessi e della comunità in cui vivono”