BRIATORE POSITIVO, SALTATA LA TAPPA IN VERSILIA

0

Nell’ultimo mese aveva criticato aspramente le norme anti-covid facendosi portavoce di tutti coloro che si sono opposti alla chiusura delle discoteche, ma sono state proprio le misure anti-contagio che hanno impedito a Flavio Briatore di essere ospite sabato 24 agosto di una kermesse a Viareggio, bloccato tra la Sardegna e Montecarlo per problemi di spostamenti legati alla prevenzione del coronavirus che soprattutto nell’isola in questi giorni si fa particolarmente sentire. Lo stesso Briatore nelle scorse ore è stato ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano per aver contratto il Covid-19. L’imprenditore è arrivato nella struttura milanese, con sintomi da polmonite, per sottoporsi al tampone che ne ha attestato la positività. Al momento non si trova in terapia intensiva ma le sue condizioni sono definite «serie». Il ricovero è stato improvviso, visto che fino a domenica Briatore era a Montecarlo, dove si era trasferito in tutta fretta dopo la chiusura del Billionaire, quando la notizia dell’arrivo del Covid nel suo locale non era ancora trapelata. Il locale, teatro di un focolaio con 63 positivi (su 90 testati), soprattutto membri dello staff, aveva chiuso i battenti due giorni dopo Ferragosto. Proprio i protocolli da lui contestati hanno impedito quindi a Briatore di fare tappa in versilia, quando probabilmente aveva già contratto il covid-19. In versilia si trova anche il Twiga, famoso locale di cui briatore condivide la proprietà con Daniela Santanché la quale non molte settimane fa proprio dal locale di marina di Pietrasanta aveva condiviso un twit che contestava in maniera netta la chiusura delle discoteche: “Un provvedimento senza senso che non c’entra con l’aumento dei contagi, non ci sono evidenze scientifiche, c’è solo una limitazione delle Libertà!” aveva scritto l’esponente di forza italia allegando un video in cui ballava, la stessa battaglia l’aveva combattuta briatore per il suo billionaire, prima di risultare lui stesso positivo al coronavirus.