E’ MORTO IL PARROCO CADUTO NEL FUOCO

1

A 5 giorni dal malore e la successiva caduta nel fuoco da lui appiccato si è spento al Centro Grandi Ustionati di Pisa don Luigi Provenzi, 79enne parroco della parrocchia di San Domenico, nel cuore di Prato. A dare la notizia del decesso è stato il vicario generale della Diocesi di Prato monsignor Nedo Mannucci, che fin dall’inizio è stato in costante contatto con i familiari di don Provenzi. In particolare con la nipote Anna Lancini. È stata lei a trovare lo zio a terra, nel giardino dell’antico complesso di San Domenico, dove la mattina di sabato scorso il sacerdote ha acceso un fuoco per bruciare degli aghi di pino. L’incidente, causato probabilmente da un malore, era avvenuto da poco, don Provenzi aveva provato a uscire dai tizzoni ardenti ma è riuscito solo parzialmente a mettersi in salvo. Le sue condizioni erano apparse da subito molto gravi. Dopo un primo intervento al cuore fatto all’ospedale di Prato, l’anziano sacerdote, 79 anni, è stato trasportato d’urgenza in elicottero al centro grandi ustionati di Pisa. Qui è stato sedato, intubato e ricoverato nel reparto di terapia intensiva. Inizialmente le sue condizioni, pur gravissime, sono state stabili, poi sono arrivate delle complicazioni renali che hanno peggiorato ulteriormente la sua fragile situazione.