OMICIDIO SUICIDIO, ANCHE LA FIGLIA ERA IN CASA

10

La figlia di 2 anni di Leonardo Santini e Claudia Corrieri era in casa quando l’uomo ha ucciso la compagna a coltellate e forse colpi di martello nell’abitazione di via Spartaco Lavagnini a Vaiano, giovedì 17 settembre. Solo dopo avrebbe portato la piccola dai nonni prima di togliersi la vita gettandosi dal ponte sospeso sul torrente Lima, a San Marcello Pistoiese. Ne sono convinti i magistrati della Procura di Prato e i carabinieri che nell’ultima settimana hanno cercato di ricostruire la dinamica dell’omicidio-suicidio. Secondo questa nuova ricostruzione, molto diversa da quella emersa subito dopo la tragedia, Leonardo Santini, 50enne, avrebbe avuto una furiosa lite con la compagna di 12 anni più giovane prima di accompagnare la bambina dai nonni materni. Forse all’alba, forse addiritttura di notte, quando la bambina dormiva in un’altra stanza. Gli inquirenti sono abbastanza sicuri che la piccola non abbia visto o sentito niente. Lei dormiva nella sua cameretta mentre i suoi genitori si affrontavano a colpi di coltello o di forbici. Dall’esame dei corpi sembrerebbe infatti che ci sia stata una violenta colluttazione. Una scena che per fortuna è stata risparmiata alla bambina.