CECCARDI POTREBBE RESTARE IN CONSIGLIO

5

Mentre il neo presidente della regione toscana Eugenio Giani prosegue i suoi incontri in vista della formazione della giunta, anche se ancora la fumata bianca sembra lontana e si dovrà attendere almeno la prossima settimana se non oltre, il centrodestra toscano prova a riorganizzarsi dopo la sconfitta elettorale in una tornata che forse per la prima volta in 50 anni aveva mostrato una toscana contendibile.
Dopo la mini conferenza stampa dopo l’ufficilizzazione del risultato ed una settimana di black out, interrotta solo sui social per festeggiare il primo compleanno della figlia, a palazzo del pegaso è riapparsa Susanna Ceccardi per presiedere una riunione di tutta la coalizione di centrodestra per decidere, tutti insieme, come organizzare la fase di opposizione in aula e nella riunione è stata ventilata anche l’ipotesi di un cambio di programma da parte della Ceccardi che starebbe valutando di non tornare più in europa per dedicarsi alla costruzione di un centrodestra forte in toscana. L’ipotesi ha fatto irritare e non poco gli alleati di fratelli d’italia, che vedrebbero scattare un quinto seggio in caso di addio della leonessa.