STATO DI EMERGENZA REGIONALE PER IL MALTEMPO

2

La Regione Toscana ha dichiarato lo Stato di emergenza in seguito agli eventi di maltempo che tra lo scorso giovedì sera e il fine settimana hanno interessato diverse aree del Granducato. Le situazioni più difficili si sono verificate nel livornese a Rosignano Solvay, a Grosseto, Pisa, Siena e nell’area della Città metropolitana di Firenze.
A Rosignano in particolare sono ancora visibili i segni del passaggio della tromba d’aria che lo scorso venerdì sera ha abbattuto alberi e scoperchiato i tetti di decine di abitazioni, più di 80 quelle dichiarate inagibili. Gli sfollati descrivono l’accaduto come 10 secondi di puro terrore, in cui la forza del vento dava la sensazione di poter abbattere tutto.
Qualche ora prima il vento aveva soffiato violentemente anche in Versilia, facendo cadere un pino su una gelateria e ferendo tre persone.
nel senese, ma anche nella valdichiana aretina, stessa situazione. col vento che ha danneggiato tetti e abbattuto piante, senza fortunatamente far male alle persone.
Nel grossetano la situazione più difficile è stata quella di Montieri, sulle colline metalliffere. il pese è stato invaso da un fiume di detriti e fango per le forti piogge.
e poi non si contano i danni agli stabilimenti balneari dalla val di cornia fino al litorale pisano, con ombrelloni e strutture sferzati dalle mareggiate scatenate dai venti di libeccio.
la dichiarazione dello stato di emergenza regionale era insomma un atto dovuto, ma resterà comunque un passaggio storico, poichè si tratta di uno degli ultimi atti del presidente uscente della Toscana Enrico Rossi