Giani: “Incontrero’ i lavoratori Bekaert”

13

“Incontriamoci subito per discutere delle alternative”. A rompere il silenzio che da tempo aleggia sulla vertenza Bekaert è il neo Governatore della Regione Toscana Eugenio Giani, che ha risposto alla lettera appello scritta da 100 lavoratori dello storico stabilimento di Figline Valdarno. L’appuntamento è fissato per questo lunedì alle 15 e 30 quando Giani incontrerà una delegazione di lavoratori. Ad oltre 2 anni dal 22 giugno 2018, giorno in cui la multinazionale Belga annunciò la chiusura, regna ancora l’incertezza. Le parti in causa sono in attesa di una convocazione del Ministero dello Sviluppo Economico. Per i 178 dipendenti attualmente legati alla vertenza la cassa integrazione è stata prorogata fino al 5 gennaio 2021, arco di tempo che non potrebbe essere necessario. In ballo dice Daniele Calosi segretario FIOM CGIL, c’è la credibiità del Governo.

Oltre a Regione e Sindacati anche le istituzioni locali non mollano di un centimetro: “Lo storico stabilimento di Figline deve rimanere operativo, fa parte delle vita della nostra comunità”. Al momento le proposte sul tavolo del Ministero sono quelle di Trafilerie Meridionali, che potrebbe contare anche del supporto di Invitalia, e quella della Cooperativa SteelCoop Valdarno