Mostro, giudice si riserva sull’archiviazione

10

Il giudice per le indagini preliminari si è riservato sulla decisione, attesa nei prossimi giorni, relativa alla richiesta di opposizione all’archiviazione dell’inchiesta sull’ex soldato della Legione straniera Giampiero Vigilanti, 89 anni, e Francesco Caccamo, medico 88enne, gli ultimi indagati in ordine di tempo per gli omicidi attribuiti al mostro di Firenze. L’opposizione alla richiesta di archiviazione avanzata dalla procura era stata presentata dall’avvocato Vieri Adriani, legale dei familiari delle vittime dell’ultimo duplice omicidio attribuito al “mostro”, la coppia di fidanzati francesi uccisa a Scopeti nel settembre 1985.
Nel corso dell’udienza l’avvocato Vieri Adriani ha avanzato anche la richiesta di approfondire i rapporti tra Vigilanti e “esponenti politici di destra e della P2”.
Nel frattempo, nessuna costituzione di parte civile è arrivata per il momento da parte della famiglia di Carmela De Nuccio – vittima di uno dei duplici omicidi attribuiti al mostro – che nei giorni scorsi aveva annunciato la volontà di partecipare al procedimento come parte offesa. Oltre a quello che vede indagati Vigilanti e Caccamo, in procura a Firenze resta aperto un altro filone di inchiesta sul ‘mostro’, nel quale viene ipotizzato il reato di depistaggio, al momento senza indagati.