Ballottaggio, come si vota

1

Domenica 4 e lunedì 5 ottobre i cittadini toscani di Arezzo e Cascina sono chiamati alle urne per il secondo turno delle elezioni amministrative.
La scheda per il ballottaggio comprende il nome e il cognome dei candidati sindaco, scritti entro l’apposito rettangolo, sotto il quale sono riprodotti i simboli delle liste collegate. Le liste che sostengono i candidati possono essere di più rispetto a quelle del primo turno, ciò dipende dagli eventuali apparentamenti formali stretti con le liste rimaste fuori dal ballottaggio.
Il voto si esprime tracciando una croce sul nome del candidato prescelto. 
È considerato valido anche il caso il cui l’elettore pone il segno fuori dallo spazio contenente il nominativo del candidato, vale a dire sul simbolo di una o più liste collegate.
Per il ballottaggio non è previsto il voto disgiunto: la scelta da effettuare è tra i due candidati sindaco e non anche sulle liste (scelta già effettuata al primo turno).
Partecipano al voto coloro che erano già elettori del comune in occasione del primo turno e che, quindi, avevano già compiuto a quella data i 18 anni di età.
Le urne saranno aperte dalle 7 alle 23 di domenica e dalle 7 alle 15 di lunedì. Per accedere ai seggi elettorali è obbligatorio l’uso della mascherina da parte di tutti gli elettori. Al momento dell’ingresso, l’elettore dovrà procedere alla igienizzazione delle mani prima di ricevere la
scheda e la matita. Completate le operazioni di voto è consigliata un’ulteriore detersione delle mani prima di lasciare il seggio.
Restano in vigore tutte le regole anti covid previste dal protocollo sanitario come:

  • evitare di uscire di casa e recarsi al seggio in caso di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore ai 37,5°C:
  • non essere stati in quarantena o a contatto con persone contagiate negli ultimi 14 giorni.