Bimbi positivi alla coca, padre indagato

3

Due fratellini di 2 e 5 anni sono risultati positivi alla cocaina dopo gli esami effettuati all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. La vicenda risale allo scorso maggio. Il padre dei bimbi, 39 anni, è stato indagato dalla procura, che di recente ha chiuso le indagini a suo carico accusandolo dei reati di lesioni personali colpose, abbandono di persone minori e violazione degli obblighi di assistenza familiare. A portare i bambini all’ospedale e a far scattare le indagini è stata la madre, accortasi di alcuni strani comportamenti tenuti dai figli ritornati da lei dopo aver trascorso del tempo col padre, dal quale sarebbe in fase di separazione.
In seguito agli esami effettuati al pediatrico Meyer di Firenze uno dei due bambini, che adesso stanno bene e non hanno riportato conseguenze, fu dimesso con una prognosi di dieci giorni.
In base alle ipotesi avanzate dagli investigatori, i piccoli potrebbero essere venuti accidentalmente in contatto con lo stupefacente mentre si trovavano a casa del padre. L’uomo sarebbe risultato positivo ai test e avrebbe ammesso di essere un consumatore occasionale di cocaina.