Prima stima dei danni per l’alluvione di Montieri. Il conto è di 600.000 euro

9

600.000 mila euro. A tanto ammonta la stima dei danni della bomba d’acqua che lo scorso 24 settembre si è abbattuta su Montieri, nel grossetano, riversando acqua e fango nel paese sulle colline metallifere.
Gli oltre ottanta millimetri di pioggia in poco piu’ di mezz’ora hanno provocato il cedimento della montagna che costeggia il paese, e poteva andare peggio.
“La situazione delle strade e delle vie dove sono arrivate tonnellate di detriti e fango sta tornando alla normalità – annuncia il sindaco Nicola Verruzzi – Sia le strade che le pertinenze sono state ripulite dai detriti. Stiamo lavorando comunque anche riparare alla svelta i danni maggiori: in un parcheggio dove la fogna è letteralmente esplosa si sta rifacendo la pavimentazione in più punti. Lavoriamo anche per rifare le condotte, ripulire le grate e anche i fossi. Quelli che hanno fatto il disastro”.
“I lavori li stiamo concordando anche con il Consorzio di Bonifica e con il Genio Civile, servono una serie di opere di regimazione e di interventi massicci perche in caso di un’altra bomba d’acqua, rischiamo di trovarci nella stessa situazione. La regimazione a monte deve garantire la salvaguardia del paese. Stiamo infatti attendendo la delibera della Regione per inserirsi nei Comuni beneficiari dello Stato di emergenza. Servono risorse”.