Dissequestrato dalla magistratura il ponte di Albiano Magra, adesso via alla rimozione

9

Esattamente sei mesi dopo quel crollo in pieno lockdown, particolare fondamentale per evitare una strage come a Genova, la magistratura ha dissequestrato quel che resta del ponte di Albiano Magra, venuto giù all’improvviso l’8 aprile.
Un passaggio fondamentale per mettere in sicurezza la zona soprattutto in vista delle piene del fiume che, come avvenuto qualche giorno fa, quando si ingrossa fa fatica a passare sopra alle macerie con il conseguente rischio esondazione, anche se in quel punto il letto è decisamente ampio.
Il dissequestro era attesissimo anche perchè da ora in poi si può pensare seriamente alla ricostruzione anche se il primo passaggio atteso da cittadini e amministratori riguarda la costruzione delle rampe di accesso all’autostrada, opere che ricuciranno provvisoriamente la via di comunicazione tra la Lunigiana e l’entroterra spezzino, in attesa che sul Magra sorga un nuovo ponte al posto di quello crollato.