BIMBO INVESTITO E UCCISO, DINAMICA DA CHIARIRE

28

Non si parla d’altro. I residenti sono sconvolti. E’ successo tutto in una zona residenziale in via Folivese di fronte alla Sieve che in questo tratto segna il confine tra i Comuni di Pelago e Pontassieve. Un bimbo di appena 2 anni investito e ucciso nel cortile di casa. Molti ancora gli aspetti da chiarire. E’ quanto si apprende dalla Polizia Municipale di Pelago che ha condotto i rilievi e poi consegnato un rapporto alla magistratura. Non risulterebbero chiare le responsabilità. Al momento dell’impatto il bimbo era su una piccola bicicletta sotto gli occhi della madre, nell’area condominiale adibita anche a posteggio. Alla guida dell’auto, una Punto che avrebbe viaggiato a ridotta velocità, un uomo che abita vicino alla famiglia del piccolo e che stava rientrando nel parcheggio. All’indomani della tragedia al numero civico 60 è un continuo via vai di amici e parenti.

Si cerca di consolare la famiglia travolta dal dolore, ma anche l’uomo al volante dell’auto che ha investito il bambino, ci dice un suo collega di lavoro, è distrutto.

In seguito all’incidente avvenuto nel pomeriggio di venerdì, il piccolo era stato trasportato in codice rosso, con l’elisoccorso, all’ospedale pediatrico meyer. Ma tutto si è rivelato inutile