RSA, MANCA IL PERSONALE: COMUNE CONVOCA LA ASL

12

“Purtroppo c’è stato un nuovo decesso nella Rsa ‘Rosa Libri'”. Si fa sempre più drammatica la situazione della struttura sanitaria di Greve In Chianti. Ad annunciarlo il sindaco Paolo Sottani. 4 in tutto le vittime, 3 delle quali nelle ultime 24 ore. L’ultima persona positiva al Covid che ha perso la vita è stata una donna di 87 anni, residente a Greve in Chiantigià sofferente per altre gravi patologie. Intanto prosegue l’indagine epidemiologica della ASl Toscana Centro tra i contatti dei contagiati. La ASL, convocata d’urgenza dal Comune per una riunione in municipio, sta cercando di correre ai ripari anche per implementare l’organico della RSA. “Con la direzione della Rsa e la Asl Toscana Centro cercheremo di capire come procedere soprattutto in merito all’integrazione del personale infermieristico e di assistenza di cui necessita urgentemente la struttura. Al momento – ha detto il sindaco Sottani – gli operatori della Rsa risultati positivi al coronavirus sono 25. Di questi, 19 sono residenti a Greve in Chianti”. L’idea è quella di attingere antingendo dal vicino ospedale di Ponte a Niccheri, ma al momento le difficoltà restano soprattutto per le numerose rinunce. “E’ fondamentale avere quanto prima gli esiti degli ultimi tamponi per avviare il sistema di tracciamento – ha concluso il sindaco – individuare i contatti e avvertire le persone che sono state vicine ai casi confermati”. Posta in quarantena preventiva anche la locale squadra di calcio che questa domenica avrebbe dovuto disputare la prima gara della stagione. La struttura di Greve non è l’unica RSA Toscana contagiata nel post lockdown. Restando nell’area fiorentina sono oltre 30 i positivi all’Istituto San Giuseppe di Sesto Fiorentino. Qui a creare preoccupazione è anche l’ubicazione della struttura, adiacente ad un complesso residenziale dove vivono decine di famiglie