FOCOLAIO NELLA RSA, 10 LE VITTIME

14

Numeri sempre più drammatici per il focolaio nella RSA Rosa Libri di Greve in Chianti, la prima struttura sanitaria ad esser stata travolta dal Coronavirus nel post Lockdown. In poche ore infatti le vittime sono salite a 10. “Di queste – ha precisato il sindaco di Greve Paolo Sottani – otto sono per Covid, mentre due decessi, avvenuti ormai giorni fa, riguardano un paziente malato terminale e un ospite negativo al Covid ma morto per altre patologie”. Tra queste c’è anche una donna di 104 anni, la più anziana della struttura e una delle persone più longeve abitanti nel comune dove si contano diversi centenari . Dei 10 morti, nove sono deceduti dentro la Rsa: solo il primo paziente è morto in ospedale e grazie a questo è stata rilevata la sua positività accendendo un faro sull’intera struttura. Adesso nella Rsa di Greve, che resta isolata, “risultano cinque anziani negativi al Covid che sono in isolamento e altri 32, invece, positivi”. Il focolaio, viste le dimensioni, ha di fatto coinvolto l’intera cittadinanza del comune del Chianti tra positività e quarantene. “Nonostante le preoccupazione – ha concluso il sindaco – adesso la situazione è sotto controllo”