L’IRA DEI SINDACI CONTRO IL “COPRIFUOCO”

9

Lascia largamente scontenti i Comuni la possibilità di istituire mini “zone rosse” nei quartieri a più alto rischio di assembramento, con un sostanziale “coprifuoco” dalle 21. Passata neanche una settimana dall’entrata in vigore del vecchio Dpcm, quello nuovo firmato nella notte di domenica mette in allerta i sindaci sui quali ricade da adesso in avanti la responsabilità di ulteriori strette motivate da esigenze di tutela della salute pubblica. Una soluzione osteggiata ma senza successo dai primi cittadini che ora sono sul piede di guerra.