TERAPIE INTENSIVE, NUMERI ANCORA SOTTO CONTROLLO

8

La Toscana da ieri ha superato il picco raggiunto lo scorso 3 aprile dei ricoveri di malati covid negli ospedali. Ma il dato attuale che riguarda le terapie intensive (190 posti occupati) è decisamente più basso rispetto ai 297 raggiunti 7 mesi fa ma ed è ancora lontano dall’attuale capacità massima regionale. “In Toscana sono attivabili fino a 528 posti di terapia intensiva” ha spiegato in consiglio regionale l’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini, anche se “i posti letto realmente attivi, cioè con personale in servizio per assistere i pazienti di area critica, sono inferiori perché l’incremento avviene in relazione alla domanda. Se i ricoveri necessari dovessero superare le dotazioni indicate è possibile, previa sospensione delle attività che impattano sulle aree critiche, arrivare fino a una disponibilità di 642 postazioni di terapia intensiva. A oggi solo lo 0,5% dei casi positivi ha bisogno di un ricovero in rianimazione – ha detto ancora Bezzini – e l’età media dei ricoverati in questi reparti è vicina ai 75 anni”. L’assessore ha ricordato poi che sono state assunte “a tempo indeterminato 4.794 persone” nella sanità toscana e che sono in corso “400 ulteriori assunzioni” per fare fronte all’emergenza