IL COVID AVANZA, CHIUDONO LE SALE OPERATORIE

18

Il Covid avanza e gli la sanità si adegua. Chiudono le sale operatorie e aumentano i reparti Covid. Negli ospedali toscani è una continua corsa contro il tempo per ridurre le attività ordinarie e allargare gli spazi per i malati di Coronavirus. L’ultimo ospedale che ha fermato l’attività chirurgica programmata è quello di Ponte a Niccheri. Del resto il numero dei ricoveri continua a crescere e le aziende sanitarie si stanno preparando ad una crescita che, secondo le loro previsioni, andrà avanti ancora per giorni. Al quinto piano di Torregalli sono stati allestiti altri letti Covid, così come alle Scotte di Siena dove al momento sono 91 i pazienti ricoverati

Tenere sotto controllo la percentuale di occupazione dei posti letto nei reperti Covid è uno degli indici chiave che potrebbero portare la Toscana fuori dalla zona rossa prima di Natale, così come auspicato dal Governatore Eugenio Giani. Di diverso parare il Primario di Malattie Infettive di Pisa Francesco Menichetti: “La sola scelta risolutiva – ha detto Menichetti – sarebbe quella di un lockdown generalizzato di 4-5 settimane”