SI ALLARGA IL PROGETTO “TSUNAMI”

16

Sono 320 i pazienti arruolati dal protocollo Tsunami, la sperimentazione clinica nazionale per la cura dei malati Covid con il plasma iperimmune donato da chi è guarito dalla malattia. “I primi risultati della sperimentazione arriveranno a fine mese – spiega Francesco Menichetti, primario del reparto di malattie infettive dell’ospedale di Pisa e coordinatore della sperimentazione clinica – ma ora non sarebbe serio fare previsioni, perché non ci sono ancora sufficienti evidenze scientifiche per dire se questa cura sia efficace o no. Dobbiamo continuare la sperimentazione e comparare i risultati con altre sperimentazioni”. Intanto anche il servizio trasfusionale dell’Azienda ospedaliero-universitaria senese rede noto di aver aderito a Tsunami: le prime visite di idoneità di pazienti guariti dal Covid sono già state effettuate. Se questi risponderanno ai requisiti minimi di presenza di anticorpi del Sars-Cov2, il loro plasma sarà messo a disposizione dei pazienti delle aree Covid. “Con l’adesione a Tsunami – dice Giuseppe Campoccia, direttore del centro emotrasfusionale Senese – allarghiamo il fronte anche ai pazienti convalescenti o guariti e quindi anche chi in passato è risultato positivo ai test sierologici potrebbe contribuire ad arricchire le disponibilità di plasma iperimmune”