5.000 TONNELLATE DI LIQUAMI IN UN TOMBINO

26

Un blitz della Guardia di Finanza di Livorno e Castiglioncello ha permesso di smantellare un sistema di gestione illegale di rifiuti, con connessa evasione fiscale in Alta Maremma. Sono 10 gli indagati, 3 dei quali sono stati sottoposti agli arresti domiciliari e denunciati per aver organizzato attraverso due società una serie di traffici illeciti: almeno 5mila tonnellate di liquami sono finiti in un tombino.

Gli indagati eseguivano spurghi e svuotavano pozzi neri in immobili residenziali ricevendo pagamenti senza fattura: poi si liberavano degli scarichi dei privati facendoli defluire nel tombino di un piazzale aziendale. Al termine dell’operazione “Stop Stinks”, la Gdf ha sequestrato un impianto e 340.000 euro costituenti il risparmio illecito derivante dall’attività.