CADAVERI NELLE VALIGIE, CHIESTA SCARCERAZIONE DI ELONA

25

I difensori di Elona Kalesha hanno depositato al tribunale del riesame istanza di scarcerazione della loro assistita. La 36enne albanese è in carcere con l’accusa del duplice omicidio dei coniugi Shpetim e Teuta Pasho, genitori del suo ex compagno, e dell’occultamento dei loro cadaveri, ritrovati fatti a pezzi in quattro valigie abbandonate in un terreno vicino al carcere di Sollicciano a Firenze cinque anni dopo la loro scomparsa. In attesa che venga fissata l’udienza, che sarà verosimilmente ai primi di gennaio, gli avvocati della donna si sono riservati di esporre i motivi della richiesta di scarcerazione, anche perché non è escluso che nel frattempo possano diventare disponibili alcuni dei risultati degli esami medico legali e scientifici incaricati dagli inquirenti nella prima fase delle indagini.
intanto dopo